Organi Collegiali

In questa sezione vi sono aree pubbliche e riservate dedicate agli Organi Collegiali tra cui:

- Consiglio d'Istituto
- Collegio Docenti
- Consigli di Classe

Le pagine della sezione sono accessibili dai menu principale e laterale.

Si ricorda al personale docente di effettuare il login al sito per avere pieno accesso alle risorse del portale.


Gli Organi Collegiali sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche e sono composti da rappresentanti delle varie componenti interessate. Il processo educativo nella scuola si costruisce in primo luogo nella comunicazione tra docente e studente e si arricchisce in virtù dello scambio con l'intera comunità che attorno alla scuola vive e lavora: in questo senso la partecipazione al progetto scolastico da parte dei genitori è un contributo fondamentale; per questo motivo gli Organi collegiali della scuola, che - se si esclude il Collegio dei Docenti - prevedono sempre la rappresentanza dei genitori, sono tra gli strumenti che possono garantire il libero confronto fra tutte le componenti scolastiche.

Il Consiglio di Classe è composto dai docenti della classe e da due rappresentanti dei genitori ed è presieduto dal dirigente scolastico o da un docente, facente parte del consiglio, da lui delegato. Ha il compito di formulare al collegio dei docenti proposte in ordine all'azione educativa e didattica e a iniziative di sperimentazione nonché quello di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni. 
Fra le mansioni del consiglio di classe rientra anche quello relativo ai provvedimenti disciplinari a carico degli studenti

Il Collegio dei docenti è composto da tutti i docenti dell'istituto. Ha potere deliberante in materia di funzionamento didattico e propositivo in ordine ad ambiti di organizzazione didattica di competenza del Dirigente Scolastico e del Consiglio di Istituto.

Il Consiglio di Istituto è composto da 19 componenti, di cui 8 docenti, 8 genitori, 2 rappresentanti del personale amministrativo, tecnico e ausiliario. Membro di diritto il Dirigente Scolastico. Il consiglio d'Istituto è presieduto da uno dei membri.

Il Consiglio di Istituto elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le forme di autofinanziamento della scuola; delibera il bilancio preventivo e il conto consuntivo e stabilisce come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico. Spetta al consiglio l'adozione del regolamento interno del circolo o dell'istituto, l'acquisto, il rinnovo e la conservazione di tutti i beni necessari alla vita della scuola, la decisione in merito alla partecipazione del circolo o dell'istituto ad attività  culturali, sportive e ricreative, nonché allo svolgimento di iniziative assistenziali. Fatte salve le competenze del collegio dei docenti e dei consigli di classe, ha potere deliberante sull'organizzazione e la programmazione della vita e dell'attività  della scuola, nei limiti delle disponibilità di bilancio, per quanto riguarda i compiti e le funzioni che l'autonomia scolastica attribuisce alle singole scuole. In particolare adotta il Piano dell'offerta formativa elaborato dal collegio dei docenti.

Inoltre il Consiglio di Istituto indica i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all'assegnazione dei singoli docenti, e al coordinamento organizzativo dei consigli di classe; esprime parere sull'andamento generale, didattico ed amministrativo, dell'istituto, stabilisce i criteri per l'espletamento dei servizi amministrativi ed esercita le competenze in materia di uso delle attrezzature e degli edifici scolastici.

La Giunta Esecutiva del Consiglio di Istituto è composta da un docente, 2 genitori un rappresentante del personale non docente oltre ai 2 membri di diritto: il dirigente scolastico, che la presiede, e il direttore dei servizi generali e amministrativi che ha anche funzioni di segretario della giunta stessa. La Giunta predispone il bilancio preventivo, prepara i lavori del Consiglio di Istituto, cura l'esecuzione delle relative delibere.

Il Comitato della Valutazione del Servizio dei docenti è composto dal Dirigente Scolastico, da 3 docenti di cui 2 designati dal Collegio dei Docenti e 1 dal Consiglio d'Istituto, 2 genitori designati dal Consiglio d'Istituto e 1 componente esterno nominato dall'USR; esercita competenze relative  alla definizione dei criteri per l'attribuzione del bonus per merito ai docenti e, con la sola componente docente, in materia di superamento dell'anno di prova del personale docente.